La Formula del successo

Chi prepara l'Ironman deve essere innanzitutto un buon matematico, un ingegnere dei propri allenamenti e della propria vita...

Chi prepara l’Ironman deve essere innanzitutto un buon matematico, un ingegnere dei propri allenamenti e della propria vita…

Nel mio nuovo sito parametrizzerò gli allenamenti in questo modo:

  • Distanza Nuoto
  • Distanza Bici
  • Distanza Corsa
  • Intensità allenamento.

I primi tre parametri (0-10 o anche più) rappresenteranno la % di distanza rispetto alle relative distanze percorse nell’Ironman.

Il 4° parametro indica la % di velocità in allenamento rispetto alla velocità per ogni disciplina prevista nella gara successiva (IM di Venezia nel mio caso). Di giorno in giorno valuterò prima a sensazione, poi tecnicamente questo valore. Nel caso di più allenamenti nell’arco della giornata o di allenamenti combinati, questo valore sarà sempre unico e terrà conto mediamente delle varie velocità…

Faccio subito un esempio:

magari non vi interessa ma questo è il mio blog e scrivo quello che voglio per una serie di motivi…

Allenamento: 

  • 1900mt di nuoto voto 5
  • 13 di corsa, voto 3
  • 90 di bici voto 5

Se la velocità di allenamento è pari alla velocità prevista nell’ironman (sport x sport) il voto è 10.

Faccio la media di questi valori, una media semplice e non ponderata: di giorno in giorno avrò una media giornaliera, a fine settimana una media settimanale, a fine mese … etc. etc.

Cosa succederà in gara?

Se rispetterò le velocità previste, il voto medio nell’Ironman sarà 10.

10 per ogni distanza di ogni disciplina, 10 per le medie in ogni disciplina: VOTO = MEDIA = 10

Sicuramente di giorno in giorno i primi 3 parametri saranno sempre inferiori a 10, magari di giorno in giorno il 4° sarà superiore perché in allenamento andrò più veloce. Di settimana in settimana farò una media dei vari voti giornalieri, media che incrementerà durante la preparazione per arrivare a 10 (spero) il giorno della gara.

Quali sono le velocità e soprattutto il tempo previsto?

Mi devo proprio sbilanciare? Ci provo, ma in questo momento che cammino a fatica x 10 km, corro rantolando per 5, non ho ancora mai nuotato e peso un quintale, difficilissimo sbilanciarsi…

Allora direi …

  • RITMO NUOTO 2’/100 m sperando di poter indossare la muta …
  • RITMO BICI 28 km/h sperando di non bucare o altro
  • RITMO CORSA 6.30 min/km sperando di non svenire

TOTALE = 736′ + 14′ per le 2 zone cambio = 12 ore e mezza di gara 

Non ci posso pensare, ma ci voglio ancora credere. Certo è il 25% in più rispetto al mio personale, ma la stagione è ancora lunga, non si sa mai! E per favore… non parlatemi di età, di acciacchi, di problemi dei 50enni… il problema sono solo i chili in eccesso, e tutto il contesto di vita.


Sezioni
Stile di vitaTeoria

Triatleta da 25 anni, Ironman da soli 8. Miglior tempo nel 2011, nel Challenge di Barcellona dove, a 46 anni, sono riuscito a scendere sotto le 10 ore, primo italiano a compiere l'impresa nella categoria over-45. ECCO TUTTE LE MIE GARE SU DISTANZA IRONMAN
Translate:
Seguimi su Sporttracks
IRONMAN Italy - Cervia
-329Giorni -17Ore -3Minuti 00Secondi
Accedi
Ironman su facebook

TI POTREBBE INTERESSARE...